La banana e le sue proprietà

un casco di banane e una banana sbucciata pronta per essere sbucciata

La banana

La banana è tra i vari frutti, quello più completo: contiene carboidrati, vitamine A, B1, B2, C, PP, Sali minerali (potassio, calcio, fosforo, ferro). Niente grassi e sodio. E’ forse il frutto più consumato dai bambini. Disponibile sul mercato tutto l’anno. È coltivato in 150 paesi del mondo: dal Ghana alle Filippine, ma soprattutto in America Latina.

Il commercio è nelle mani di cinque potenti multinazionali e la coltivazione avviene in immensi latifondi ( anche di 5000 ettari) dove i coltivatori ( in alcuni casi anche bambini) sono sottopagati e sottoposti a condizioni di lavoro molto dure. Nelle piantagioni – spesso nate dopo aver deforestato o cacciato le comunità indigene dalle loro terre- si fa un grande uso di pesticidi e fertilizzanti chimici di sintesi, che hanno effetti pesantissimi sulla salute di chi ci lavora ( favorendo l’insorgenza di vari tipi di cancro e la sterilità) e contaminano le falde acquifere. I fungicidi sono spruzzati anche 40- 50 volte l’anno.

I caschi di banane sono raccolti ancora acerbi e caricati su navi frigorifero , per arrivare alle nostre tavole percorrono distanze lunghissime, con tutte le conseguenze che conosciamo (CO2,  gas serra, spreco energetico…). Quando arrivano nei porti di destinazione, sono stoccati in celle di maturazione, i frutti sono trattati con ethephon (derivato sinteticamente dell’acetilene), un regolatore chimico della crescita, che si trasforma in etilene e conferisce il tipico colore giallo acceso che invoglia i consumatori.

Non esiste un unico tipo di banana, ma c'è ne sono di lunghe e sottili, corte e tozze, gialle, ma anche rosse, arancioni, verdi, nere, perfino blu- ma sono poco conosciute. Il mercato internazionale è dominato della cavendish , una banana dolce, morbida e dalla buccia gialla. Secondo molti studiosi, c’è così poca diversità nelle grandi coltivazioni che la banana potrebbe diventare sempre più vulnerabile e addirittura estinguersi nel giro di qualche decennio. Nel 2014 la Fao ha lanciato un allarme, per via della diffusione di un fungo che potrebbe compromettere l’85% della produzione mondiale.

La soluzione?

Acquista le banane biologiche commercializzate tramite il circuito  “fairt rade” (equo e solidale). E’ l’unica possibilità per scegliere frutti coltivati senza pesticidi e fertilizzanti chimici, senza sfruttare il lavoro dei bambini e i cui coltivatori sono stati pagati equamente.

La Banana

Bananas are an almost complete food containing carbohydrates, vitamins A, B1, B2, C, PP and minerals (potassium, calcium, phosphorouss and iron), and free from fat and sodium. Perhaps the most popular fruit with children, they are sold year-round and grown in 150 countries around the world, from Ghana to the Philippines, however most come from Latin America. The banana trade is controlled by five powerful multinationals and cultivation takes place on immense estates covering up to 5,000 hectares (12,355 acres), where growers, sometimes children, are underpaid and subjected to punishing conditions. They use a huge amount of synthetic chemical pesticides and fertilizers. These seriously harm the health of the workers, increasing rates of cancer and sterility, and contaminate the groundwater. Fungicides are sprayed as often as 40 or 50  times a year. Bunches of bananas are picked while still unripe and loaded into refrigerated ships. To reach our tables, they travel lengthy distances, with all the subsequent consequences: emissions of CO2 and other greenhouse gases, energy waste and so on. When they reach their port of arrival, they are stored in ripening rooms. The fruits are treated with ethephon ( a synthetic derivative of acetylene), a chemical growth regulator, which turns into ethylene and produces the typical bright yellow color that attracts consumers. Many varieties of banana can be found around the world-long and thin, short and fat, yellow-skinned banana. According to many experts, there is so little diversity in the large plantations that bananas are becoming increasingly vulnerable, and could even be wiped out in few decades. In 2014, the FAO warned of the spread of a fungus that could threaten 85% of global production.

The solution?

Buy organic and fair-trade bananas. This is the only way to choose fruit grown without chemical pesticides and fertilizers, without the use of child labor and from growers who are fairly paid.

il prodotto tipico logo bianco